06
Ott

Agenzia delle Entrate batte cassa

Agenzia delle Entrate
Stanno arrivando in questi giorni le lettere dell’Agenzia delle Entrate a tutti i contribuenti che non hanno versato l’iva del primo trimestre, controllo scaturito dall’invio della comunicazione iva che il nostro studio ha inviato di tutti i clienti tra il 31 maggio e il 12 giugno.
Per chi rientra in questi casi (omesso versamento iva) le cose da fare sono 4):
1. Pagare tutto il debito riportato sulla lettera;
2. Pagare a rate ma il primo pagamento deve essere fatto prima dei 30 giorni dalla data di arrivo di ricevimento della lettera;
3. Rivolgersi sempre entro i 30 giorni all’agenzia delle entrate e fornire le informazioni necessarie per spiegare le anomalie;
4. Non pagare attendere l’arrivo della cartella esattoriale e rateizzare in 48/60/72 mesi. E’ un atto non impugnabile pertanto non si può proporre ricorso.

MA COME SIAMO ARRIVATI A QUESTE LETTERE SE PRIMA NON C’ERANO?

Tra le mille scadenze questa è una di quelle. Comunicazione delle liquidazioni periodiche iva trimestrali e le lettere che stanno arrivando in questi giorni altro non sono che l’incrocio immediato tra il dovuto e il non pagato. Prima tale controllo si evinceva solo con l’invio della dichiarazione annuale e solo da quell’UNICO INVIO l’agenzia delle entrate aveva il controllo di tutti gli omessi versamenti di un anno intero. Ora controllano ogni tre mesi chi ha pagato e chi no obbligando tutti gli studi commercialisti a procedere a 4 invii (praticamente lo Stato ha delegato noi studi a stanare gli evasori).

Al di fuori delle ipotesi sopra riportate il mancato pagamento nei termini delle somme dovute, comporta l’iscrizione a ruolo degli importi a titolo di imposta, interessi e sanzioni. All’arrivo della cartella procedere all’eventuale rateazione.
Vi informo che ogni volta che si invia la comunicazione iva trimestrale a debito senza il pagamento ad esso abbinato l’agenzia delle entrate comunichera’ ogni volta l’omesso adempimento con lettera a mezzo Pec.
Per gli aggiornamenti seguitemi su fb e leggete le mie news.
Resto a disposizione per qualsiasi chiarimento in merito alle notizie riportate in questo Promemoria che, per il suo livello di sintesi, rappresenta un semplice memorandum esemplificativo e non esaustivo degli adempimenti obbligatori.