Il bonus 200 euro spetta anche ai disoccupati, ma non a tutti: il pagamento automatico INPS arriverà a tutti coloro che percepiscono l’indennità NAPSI e DISCOLL o la disoccupazione agricola nel rispetto di determinati requisiti.

L’Istituto ha fornito le prime istruzioni sul beneficio che spetta ai lavoratori dipendenti, mentre per le indicazioni che riguardano tutte le altre categorie di beneficiari e beneficiarie bisognerà attendere una nuova circolare dedicata.

Nel frattempo per sapere se si ha diritto o meno a ricevere il contributo è possibile far riferimento all’articolo 32 del Decreto Aiuti, DL n. 50 del 2022.

Bonus 200 euro disoccupati, quali sono i requisiti richiesti per ricevere il pagamento automatico dall’INPS?

Si stima che il bonus 200 euro sarà erogato a circa 31,5 milioni di persone. Tra le diverse categorie che riceveranno il pagamento dall’INPS o dal datore di lavoro, ci sono anche i disoccupati e le disoccupate.

Bisogna considerare, però, che la norma fissa specifici requisiti per individuare chi sono coloro che effettivamente potranno beneficiarne.

Il contributo contro il caro prezzi sarà riconosciuto dall’INPS in presenza di una delle tre condizioni che seguono:

  • aver percepito nel mese di giugno 2022 la NASPI, la disoccupazione riconosciuta ai lavoratori con rapporto di lavoro subordinato che è stato interrotto involontariamente;
  • aver percepito nel mese di giugno 2022 la DISCOLL, disoccupazione riconosciuta a collaboratori coordinati e continuativi, anche a progetto, assegnisti di ricerca e dottorandi di ricerca con borsa di studio che hanno perso involontariamente il lavoro;
  • aver percepito nel corso del 2022 la disoccupazione agricola di competenza del 2021.

Solo a queste tre macrocategorie è riconosciuta l’indennità una tantum, ovvero erogata una volta sola, messa in campo dal Decreto Aiuti.

Chi si trova in una condizione di disoccupazione ma non risponde alle caratteristiche descritte non ne ha diritto, a patto che non rientri in altre categorie ammesse a beneficiare del bonus 200 euro.

Sempre in base a quanto stabilito dall’articolo 32 del Decreto Aiuti, l’assegno sarà erogato dall’INPS anche ai nuclei beneficiari del reddito di cittadinanza, ma solo un componente potrà riceverlo e in una sola formula.

Bonus 200 euro disoccupati, quando arriva il pagamento automatico dall’INPS?

I disoccupati e le disoccupate che hanno le carte in regola per ottenere il bonus 200 euro non devono presentare alcuna domanda.

Come altre categorie di destinatari, ricevono il pagamento automatico dall’INPS.

C’è da specificare, però, che non è ancora chiaro quanto si dovrà attendere.

Per le diverse tipologie di beneficiari e beneficiarie, il Decreto Aiuti non solo ha stabilito specifici requisiti da rispettare ma ha anche previsto modalità di accesso e di erogazione differenziate.

I primi a ricevere il bonus 200 euro, a luglio, saranno coloro che hanno un rapporto di lavoro dipendente o percepiscono una pensione, insieme a titolari del reddito di cittadinanza, colf e badanti.

Per i disoccupati e le disoccupate, anche se non dovranno presentare alcuna richiesta per ricevere il pagamento, l’attesa sarà più lunga.

In altri termini, per alcune categorie, tra cui anche chi percepisce indennità di disoccupazione, sarà erogato solo successivamente all’invio delle denunce dei datori di lavoro relative al mese di luglio 2022 con cui si compensa l’erogazione dell’indennità ai lavoratori dipendenti.