In questo articolo vi parliamo del mutuo con busta paga da 1500 euro, in particolare degli importi che si possono ottenere. 

Mutuo con busta paga da 1500 euro: cos’è? 

Per ottenere un mutuo, quindi, si dovrà dimostrare di avere delle entrate fisse e non essere iscritti nelle liste dei cattivi pagatori. Oltre a questo, le banche chiederanno un’ipoteca e, in certi casi, anche un garante che subentrerà nel caso si verifichi qualche problema con i pagamenti. 

Mutuo con busta paga da 1500 euro: gli importi che si possono ottenere 

La somma concessa con un mutuo dipende da vari fattori, tra i più importanti ci sono il guadagno netto mensile e i tempi per la restituzione del capitale prestato. 

Quando si chiede un mutuo, infatti, la banca farà delle verifiche per calcolare la rata da far pagare. Devi sapere che le rate non possono superare un terzo delle entrate nette. 

Se la busta paga è pari a 1500 euro, le rate andranno tra i 400 e i 600 euro. Se moltiplichiamo 450 euro per 12 mesi si ottengono 5.400 euro annui. 

Se prendiamo un mutuo di 30 anni, abbiamo 5.400 x 30 che ci dà circa 160mila euro. Questa è la cifra massima che generalmente si può ottenere con questo stipendio e un mutuo medio trentennale. 

Vediamo ora degli esempi in tabella scelti dal sito specializzato PersonalFin, prendendo come base una rata da 600 euro: 

Se allunghiamo i tempi e cambiamo il tasso di interesse, possiamo ottenere anche cifre più alte. Spesso, però, i mutui a 35 e 40 anni sono riservati a chi ha meno di 36 anni di età. Ecco qualche esempio: