e più persone contribuiscono alla spesa, la relativa detrazione sarà ripartita tra gli aventi diritto (anche se la fattura è intestata ad una sola persona, purchè il pagamento sia tracciato e si annoti sul documento contabile una dichiarazione di ripartizione sottoscritta dall’intestatario), nei limiti previsti dalla legge.

Detrazioni spese funebri: ripartizione e massimali

La detrazione IRPEF del 19% in dichiarazione dei redditi (nel modello 730) per le spese funebri sostenute in dipendenza della morte di persone, di importo non superiore a euro 1.550.

Quindi, non è necessario avere legami di parentela con il defunto, chi sostiene le spese per un funerale (compresi fiori, annunci funebri, trasporto, ecc.) può applicare la detrazione al 19%, su un importo massimo di 1.550 euro.