Consiste nella possibilità di richiede un aiuto economico del valore non più alto di 8.000 euro annui per il pagamento del canone di locazione.

Richiesta la presenza di un reddito ISEE entro 26 mila euro e non più alto di 35 mila euro.

Il beneficio economico viene garantito alle famiglie in presenza di una forte criticità economica. La richiesta per l’ammissione al Fondo per la Morosità Incolpevole va inoltrata al Comune di residenza. L’Amministrazione Comunale si occupa del controllo per la verifica dei criteri disposti dalla normativa ed eroga il contributo spettante.