È con l’avviso pubblico del 22.06.2022, n. 7928 che il Ministero del Turismo detta le regole di accesso ai contributi a fondo perduto a sostegno della transizione ecologica del settore turistico.

Sono beneficiari delle risorse del Fondo pratiche sostenibili i soggetti titolari di strutture turistiche ed alberghiere, esercenti attività ricettiva, a carattere imprenditoriale, alla data del 1.01.2022.

Presentazione della domanda – La richiesta di contributo deve essere presentata, a pena di esclusione, alla DVPT (direzione generale della valorizzazione e promozione turistica) esclusivamente tramite Posta Elettronica Certificata (PEC) inviata all’indirizzo pratichesostenibili@pec.ministeroturismo.gov.it non oltre le ore 12:00 del 31.10.2022.

Nell’oggetto della PEC deve essere indicata a pena di irricevibilità la dicitura “Avviso Pubblico «Pratiche sostenibili» n. 7928/2022 – Fascicolo per la domanda di contributo”.

Alla PEC devono essere allegati i seguenti documenti:

  • La richiesta di contributo redatta in conformità con il modello: “Allegato 1 – Domanda di concessione del contributo”;
  • La relazione sugli acquisti, redatta in forma di dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà del legale rappresentante del soggetto beneficiario (Allegato 2 – Relazione sugli acquisti), contenente la descrizione degli strumenti ed accessori acquistati presso la sede del soggetto richiedente e attestante la piena conformità degli stessi a quanto dichiarato nell’allegato 1, le finalità dell’acquisto e i benefici attesi per l’attività di impresa;
  • La perizia giurata rilasciata da un revisore legale iscritto nel registro dei revisori legali che attesti la conformità e l’effettivo sostenimento degli acquisti sostenuti dal soggetto richiedente (Allegato 3 – Perizia giurata del revisore legale);
  • La fotocopia del documento di identità e del codice fiscale del Legale Rappresentante, ai fini di cui all’art. 38 D.P.R. 445/2000.
  • La dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà riguardanti le norme di prevenzione dell’antiriciclaggio (Allegato 4 – Dichiarazione antiriciclaggio) solo nel caso in cui l’importo del contributo richiesto sia superiore a 1.000 euro;
  • L’elenco degli oneri informativi a carico dei soggetti richiedenti (Allegato 5 – Oneri informativi), ai sensi dell’art. 7 L. 11.11.2011, n. 180.

Tutti i documenti di cui sopra, che costituiscono il “Fascicolo per la domanda di contributo”, pena l’esclusione, dovranno essere trasmessi in formato PDF ed essere firmati digitalmente dal legale rappresentante del soggetto richiedente.

Il soggetto richiedente, pena la revoca del contributo, assume l’impegno di comunicare tempestivamente alla DVPT gli aggiornamenti delle dichiarazioni rese ai sensi del

D.P.R. 445/2000, nel caso in cui, tra la data di presentazione della richiesta di contributo e la data di pubblicazione degli elenchi, siano intervenuti eventi che rendano superate le citate dichiarazioni.

Nel caso il soggetto richiedente voglia rinunciare definitivamente alla presentazione della domanda, dovrà effettuare un’apposita comunicazione PEC all’indirizzo pratichesostenibili@pec.ministeroturismo.gov.it

Determinazione del contributo – Il contributo è riconosciuto per ciascun beneficiario in misura direttamente proporzionale all’importo complessivo della spesa sostenuta, comunque non inferiore a 5.000 euro, riconoscendo, un contributo pari a 500 euro per ogni 5.000 euro di spesa.

Spese ammissibili – Sono considerate ammissibili le spese effettuate per l’acquisto di strumenti e accessori, realizzati con materiali biodegradabili e compostabili, funzionali all’esercizio dell’attività di impresa, ivi compresi i set di cortesia. I beni indicati devono essere corredati da supporti tecnico-informativi recanti le caratteristiche e la composizione dei prodotti, ai fini della sensibilizzazione dell’utente al loro utilizzo consapevole.

Se volete un supporto per la presentazione della domanda la Krea & Co può aiutarvi ad accedere al fondo –> 350 926 4315 Dott. Fortino Gerardo