INPS

Con la circ. 24/11/2020 n. 133, l’INPS ha dato le istruzioni operative ai datori di lavoro interessati alla fruizione dell’esonero contributivo previsto dagli artt. 6 e 7 del DL 104/2020 (DL “Agosto”) in caso di assunzione con contratto a tempo:

  • indeterminato;
  • determinato o di lavoro stagionale nei settori del turismo e degli stabilimenti termali.

Assunzioni con contratto a tempo indeterminato

L’art. 6 del DL 104/2020 riconosce a favore die datori di lavoro privati l’esonero totale del versamento dei contributi previdenziali a loro carico per le assunzioni:

  • effettuare nel periodo compreso tra il 15/08/2020 e il 31/12/2020, con contratto di lavoro subordinato a tempo determinato;
  • di lavoratori che non abbiano avuto un contratto a tempo indeterminato nei 6 mesi precedenti all’assunzione presso il medesimo datore di lavoro.

L’esonero spetta anche in caso di trasformazione del contratto di lavoro subordinato a tempo indeterminato in contratto di lavoro a tempo indeterminato effettuata nel suddetto arco temporale.

L’esonero:

  • ha una durata massima di 6 mesi decorrenti dall’assunzione/trasformazione a tempo indeterminato;
  • è cumulabile con altri esoneri o riduzioni delle aliquote di finanziamento previsti dalla normativa vigente, nei limiti della contribuzione previdenziale dovuta.

Assunzioni con contratto a tempo determinato

 L’art. 7 del DL 104/2020 estende l’esonero di cui all’art. 6 anche alle assunzioni a tempo determinato o con contratto di lavoro stagionale nei settori del turismo e degli stabilimenti termali, effettuate nel periodo ricompreso tra il 15/08/2020 e il 31/12/2020.

La durata dell’esonero è legata alla durata stessa del contratto stipulato (in ogni caso non superiore ai 3 mesi).

In caso di conversione dei predetti rapporti in contratti di lavoro subordinato a tempo indeterminato il datore potrà fruire di ulteriori 6 mesi di esonero, decorrentu dalla data d trasformazione.

Soggetti interessati

Possono accedere all’agevolazione tutti i datori di lavoro privati, anche non

imprenditori, ad eccezione:

  • del settore agricolo;
  • della Pubblica Amministrazione, individuabile assumendo a riferimento la nozione e l’elencazione recate all’art. 1 co. 2 DLgs. 165/2020.

Ambito applicativo

L’esonero contributivo ex art. 6 del DL 104/2020 può essere riconosciuto anche per:

  • i rapporti di lavoro part-time;
  • i rapporti di lavoro subordinato instaurati in attuazione del vincolo associativo

stretto con una cooperativa di lavoro ai sensi della L. 142/2020;

  • le assunzioni a tempo indeterminato a scopo di somministrazione. Sono, invece, esclusi i contratti di:
  • apprendistato (di qualsiasi tipologia);
  • lavoro domestico;
  • lavoro intermittente o a chiamata.

Misura

L’esonero è pari alla contribuzione previdenziale a carico del datore di lavoro, con esclusione dei premi e contributi dovuti all’INAIL, per un importo massimo di 8.600,0 euro su base annua, riparametrato e applicato su base mensile.

La soglia massima di esonero della contribuzione datoriale riferita al periodo di paga mensile è, pertanto, pari a 671,66 euro. Ai fini della determinazione dell’esonero, è necessario fare riferimento alla contribuzione datoriale che può essere effettivamente esonerabile.

Condizioni

La fruizione dell’esonero di cui agli artt. 6 e 7 del DL 104/2020 è subordinata:

  • al possesso del DURC regolare;
  • all’assenza di violazioni delle norme fondamentali a tutela delle condizioni di lavoro e rispetto degli altri obblighi di legge;
  • al rispetto degli accordi e contratti collettivi nazionali, nonché quelli regionali, territoriali o aziendali, sottoscritti dalle Organizzazioni sindacali dei datori di lavoro dei lavoratori comparativamente più rappresentative sul piano nazionale.

Laddove l’azienda sia interessata da sospensioni del lavoro per le causali collegate all’emergenza epidemiologica da COVID-19, la stessa può comunque procedere a nuove assunzioni e accedere all’esonero in argomento qualora ne sussistano i requisiti.

Procedura

Il datore di lavoro interessato deve inoltrare all’INPS una domanda di ammissione all’agevolazione tramite il modulo di istanza on line “DL104-ES”, reperibile sul sito internet www.inps.it.

Nella domanda è necessario indicare:

  • il lavoratore nei cui confronti è già intervenuta l’assunzione ovvero la trasformazione a tempo indeterminato di un precedente rapporto a termine;
  • il codice della comunicazione obbligatoria relativa al rapporto instaurato;
  • l’importo dell’aliquota contributiva datoriale che può essere oggetto dello sgravio .

Una volta autorizzato, il datore di lavoro potrà fruire del beneficio mediante conguaglio delle denunce contributive UniEmens, a partire dal flusso di competenza novembre 2020.

Nello specifico, è necessario indicare nell’elemento “Tipoincentivo” il valore:

  • “IREC” (per l’esonero ex art. 6 del DL 104/2020);
  • “IRST” (per l’esonero ec art. 7 del DL 104/2020).

Siamo a vostra disposizione per ogni approfondimento al tema trattato.

Lascia un commento