Negli ultimi mesi non si è fatto altro che parlare di bonus ed Isee. Ossia di tutti quegli aiuti messi a disposizione delle famiglie in difficoltà. Per poter accedere a queste misure era sempre necessario essere in possesso di alcune caratteristiche, la più importante delle quali è quella di non superare una determinata soglia di reddito annuale. 

bonus, in questi mesi, sono andati incontro alle esigenze di molte famiglie, messe in ginocchio dalla pandemia e dalla crisi economica, che è arrivata nel 2020 e continua ancora quest’anno.

Se nella maggior parte dei casi, per poter richiedere i bonus è necessario presentare l’Isee, ossia l’indicatore della Situazione Economica Equivalente, è anche vero che la Legge di Bilancio 2021 ha introdotto una serie di misure per le quali non è necessario presentare alcun tipo di documento. Ci sono, infatti, alcune agevolazioni per le quali non è necessario presentare l’Isee. Averlo e rispettare i requisiti di reddito, permette di accedere ad un più vasto ventaglio di possibilità. Ma esserne sprovvisti, non significa necessariamente rimanere alla finestra e darsi per vinti. Proviamo a vedere cosa è possibile richiedere.

Quali bonus richiedere senza l’Isee!

Non è necessario avere sotto mano l’Isee per richiedere il bonus bebè. La misura è stata riconfermata per il 2021 ed è associabile ad ogni nuova nascita o adozione, che si viene a verificare nel corso dell’anno. Nel 2021 viene confermato quanto c’era già nel 2020. Quindi le famiglie che hanno e presentano un Isee fino a 7.000 euro, riceveranno 160 euro al mese. I nuclei famigliari con un Isee compreso tra i 7.000 ed i 40.000 euro riceveranno 120 euro al mese.

Ma ecco la voce che interessa a noi: le famiglie che hanno un Isee superiore a 40.000 euro o non lo presenteranno, hanno diritto ad 80 euro mensili. Per i figli successivi al primo, si ha diritto ad una maggiorazione pari al 20%.

In attesa dell’assegno universale

A breve dovrebbe arrivare l’assegno universale, nel frattempo le famiglie possono sfruttare i bonus asilo nido 2021. Gli importi a cui si ha diritto sono differenti in base all’Isee. Anche in questo caso le famiglie possono decidere di non presentarlo e avranno diritto a ricevere il sussidio lo stesso. Questi sono gli scaglioni:

  • fino a 3.000 euro con Isee fino a 20.000 euro;
  • fino a 2.500 euro con Isee da 25.001 euro a 40.000 euro;
  • fino a 1.500 euro per le famiglie con Isee da 40.001 euro in su o per chi non lo presenta.

Le famiglie con bambini che frequentano il nido per 12 mesi, possono richiedere il bonus direttamente all’INPS, presentando la ricevuta fiscale.

Le altre iniziative!

Fino al 31 dicembre 2021 sarà possibile richiedere all’Inps il bonus mamma domani, che permette di ricevere 800 euro ed è rivolto alle mamme che partoriscono nel corso di quest’anno. È possibile presentare la domanda dal settimo mese di gravidanza, fino al primo anno dal parto o dall’adozione. In questo caso il bonus non è legato al reddito, né all’Isee.

È possibile richiedere anche il bonus cash back: stiamo parlando del famoso piano di rimborsi per i single e le famiglie, che effettuino degli acquisti nei negozi fisici utilizzando sistemi di pagamento tracciabili. In questo caso non è necessario presentare l’Isee, ma ci si deve registrare all’APP IO della pubblica amministrazione.

Seguiteci per tante altre novità

Lascia un commento