Attiva la piattaforma online per i profughi ucraini con protezione temporanea, che abbiano scelto un’autonoma sistemazione.

Il contributo di 300 euro mensili per ogni profugo ucraino, della durata di tre mesi, più 150 euro per ogni minore a carico, dovrebbe arrivare a giorni. La piattaforma telematica per richiedere il sostegno è già attiva, È probabile che dal momento della domanda all’erogazione dei soldi passino circa 20 giorni, necessari appunto per completare i controlli, e controllare che il profugo non riceva già altre forme di assistenza.

COME FUNZIONA IL CONTRIBUTO DI 300 EURO MENSILI

Il sostegno di 300 euro, che è riconosciuto a partire dall’ingresso in Italia, è destinato a chi ha richiesto la protezione temporanea, e ha trovato una sistemazione autonoma, magari presso famiglie o amici che già vivevano in Italia. Questa somma verrà data direttamente ai profughi, che potranno disporne come vogliono, e potrebbero anche eventualmente darne una parte alla famiglia ospitante come contributo per le spese sostenute. Per fare la domanda bisogna avere la richiesta del permesso di soggiorno per protezione temporanea presentata alla Questura, che indica anche il codice fiscale del richiedente. Basta avere poi un numero di cellulare e un indirizzo email, non è richiesto lo SPID. Una volta inseriti i propri dati la persona che ha presentato la domanda sarà contattata per sms o per email, e potrà riscuotere la somma presso uno sportello postale.